Wednesday, 19 August 2015

Due Amazzoni sul Rio

14 agosto: dopo il travagliato viaggio di ieri il risveglio nella Pousada Aldeia dos Lagos ci sembra un sogno. 



Certo abbiamo avuto i primi contatti con gli abitanti del posto nello specifico Gigi, un molliccio verme verdastro catapultatosi direttamente dalla porta del bagno nel pigiama della Vale. Da brave disinfestatrici quali siamo diventante negli anni a furia di frequentare viaggi di Avventure nel Mondo, lo eliminiamo il men che non si dica. Il nostro nuovo attrezzo del mestiere, paletta moschicida telescopica, si rivela ben presto un alleato infallibile. 
Dopo una lauta colazione a base di gustosissimi succhi di frutta, paõ de quejo (pane al formaggio), banane fritte, crêpe alla manioca (abbandonate dopo il primo assaggio causa retrogusto di pesce), ciambella al limone e un onesto caffè, insieme a Sigi abbozziamo il programma per i prossimi 5 giorni.
Pronti via si parte alla volta del Rio delle Amazzoni a bordo della nostra barchetta. La navigazione nel primo tratto attraverso il lago e' tranquilla e ci permette di immergerci nel panorama rilassante e lussureggiante che ci circonda. Le acque si fanno invece molto più agitate e rossastre quando attraversiamo il Rio Amazonas per arrivare sulla sponda che la leggenda narra fosse abitata solo da donne, le famose Amazzoni.
Ci addentriamo a motore spento in un rivoletto laterale ed arriviamo alla palafitta abitata da una "ricca" famiglia dedita in alternanza alla pesca e alla coltivazione del cacao a seconda della stagione. Affacciata alla finestra, tra i pentoloni appesi al soffitto, la padrona di casa Maria Julia ci invita a salire per fare quattro chiacchiere ed offrirci qualcosa da bere. 


Per l'occasione sfodera un bottiglione del buonissimo liquore al cacao che lei stessa prepara per il marito. Sarebbe scortese tirarsi indietro, no???


Al rientro alla posada decidiamo di avventurarci a piedi per le vie del paese dove ci imbattiamo in ben 5 campi da calcio nel giro di 500 metri, una lezione di jujizu (si scriverà così???? comunque molto diffuso in Brasile), un lanciatore di giavellotto. Son sportivi questi amazzoni!


Finalmente adocchiamo un baretto: che delusione scoprire che i bar di Silves non fanno la Caipiriña (ognuno se la prepara in casa)!!! Ci rassegnamo ad una fresca birretta prima della corsa in moto-taxi verso la pousada.

No comments:

Post a Comment